Pisticci: “Le nostre scuole sono pronte per l’inizio del nuovo anno scolastico?” Ecco le precisazioni del Sindaco

A pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, il comune di Pisticci (MT) si prepara ad accogliere i nuovi studenti.

Rivolgendosi ad insegnanti, alunni e genitori, il Sindaco Viviana Verri dichiara:

“Le nostre scuole sono pronte per l’inizio del nuovo anno scolastico?

E’ la domanda che genitori ed insegnanti si pongono da tempo, in un periodo caratterizzato dal susseguirsi di disposizioni ministeriali, incertezze, notizie il più delle volte false che non fanno altro che aumentare la preoccupazione delle famiglie e far percepire ai bambini le scuole come luoghi non sicuri, complicando, in tal modo, un ritorno a scuola già non semplice dopo tanti mesi di lontananza forzata.

Per fare il punto della situazione questa mattina mi sono recata, insieme al vicesindaco Mariagrazia Ricchiuti e al personale tecnico del Comune, presso le scuole del comprensivo Orazio Flacco di Marconia (MT), oggetto negli ultimi giorni di numerose attenzioni.

Nelle foto che seguono potrete constatare con i vostri occhi quale è, realmente, la situazione delle nostre scuole.

Nel plesso ospitante la scuola primaria di via San Giovanni Bosco non sono state rilevate particolari criticità: il personale scolastico era già al lavoro per le operazioni di pulizia e sistemazione banchi, mentre l’ufficio tecnico comunale sta provvedendo ad eseguire lavori di manutenzione della guaina di copertura dell’edificio, al fine di prevenire infiltrazioni di acqua. Il resto dell’edificio non presentava problematiche.

Anche presso la scuola dell’infanzia di via Togliatti i collaboratori scolastici erano in servizio e ci hanno fatto presente alcune criticità per le quali le ditte incaricate dall’ufficio tecnico comunale sono già al lavoro: è stata completata la sistemazione della guaina impermeabilizzante di copertura dell’edificio, causa delle infiltrazioni lamentate dal personale scolastico (che riguardano, principalmente, due depositi di materiale e un solo bagno dell’edificio) e gli operai erano oggi al lavoro sulla sistemazione del marciapiede esterno dell’edificio, al fine di consentire ai piccoli allievi di utilizzare in sicurezza gli spazi esterni. Completati anche i lavori di manutenzione del giardino, gli impianti interni dell’edificio risultano tutti funzionanti.

Ci siamo recati, infine, presso la scuola media di via Quattro Caselli, interessata nei mesi estivi da lavori di riqualificazione energetica.

Le aule della scuola sono tutte libere da materiale di cantiere e già da alcuni giorni accessibili al personale (ad oggi in attesa di essere autorizzato dalla Dirigente scolastica) per le operazioni propedeutiche all’avvio dell’anno scolastico.

All’interno della struttura sono attualmente stoccati, presso la palestra, separata dalle altre aree dell’edificio da recinzione da cantiere, alcuni materiali necessari al completamento dei lavori della parte esterna dell’edificio, che saranno comunque rimossi nei prossimi giorni.

Nel resto della scuola non ci sono significative criticità e sono in corso di esecuzione lavori di manutenzione sugli infissi e sulle cupole in vetro poste sulla sommità dell’edificio, che verranno impermeabilizzate per prevenire infiltrazioni.

Nel giardino invece sono al lavoro gli operai comunali per i consueti lavori di manutenzione delle aree esterne.

Quanto agli spazi ulteriori richiesti per fronteggiare l’emergenza covid-19, si sta procedendo, di concerto con i referenti del Centro per l’Impiego, allo spostamento degli arredi che occupano l’edificio di Tinchi, dove saranno ricavate le otto aule richieste per la scuola San Giovanni Bosco.

Per la scuola dell’infanzia, in attesa di certezze circa la disponibilità di somme ministeriali per il noleggio di strutture prefabbricate, ove necessario, si procederà a soluzioni che imporranno qualche sacrificio di spazi non utilizzati per attività didattiche: riteniamo, infatti, che gli alunni abbiano la priorità su tutto, in un momento come questo.

Questo lo stato dell’arte delle scuole, che potete constatare con i vostri occhi nelle foto allegate.

Da parte nostra stiamo facendo tutto quanto necessario e in nostro potere per consentire l’inizio dell’anno scolastico e salvaguardare il diritto allo studio dei nostri ragazzi, ma necessitiamo della collaborazione delle istituzioni scolastiche per garantire un sereno svolgimento di tutte le attività.

Non è il momento di fare polemica senza costrutto o politica da quattro soldi: fotografare uno sgabuzzino pieno di vecchi arredi, inutilizzato persino dal personale scolastico e inaccessibile agli alunni, o le macchie di umido in uno solo dei bagni di un intero edificio scolastico, è chiaro sintomo della volontà di speculare sulle preoccupazioni dei genitori e ostacolare il lavoro della pubblica amministrazione. Di certo non fa onore a nessuno e soprattutto non serve a niente.

Non esiteremo a tutelarci in ogni sede da comportamenti ostruzionistici che compromettano il regolare svolgimento dei pubblici servizi.

Continueremo nei prossimi giorni a monitorare la situazione delle scuole e a tenervi aggiornati sui lavori programmati ed in alcuni casi già eseguiti, per rendere le nostre scuole più belle, più efficienti e più accoglienti per docenti ed allievi”.

Queste le foto fornite dal Primo cittadino.

a
a

METAPONTINONEWS.NET