Basilicata: Acquedotto Lucano cerca queste figure per assunzione a tempo indeterminato! Ecco L’Avviso Pubblico

Acquedotto Lucano comunica:

“Sul sito dell’Arlab, in data 21 luglio 2020, è stato pubblicato l’Avviso di avviamento a selezione per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di n. 10 (dieci) unità lavorative con qualifica di “addetto al servizio idrico integrato/fontanieri” – 3° livello ccnl presso acquedotto lucano spa

Si specifica che la domanda di partecipazione deve essere presentata presso i centri per l’impiego, cosi’ comeindicato nell’avviso”.

Come da Avviso Pubblico:

“Queste le sedi di lavoro: Melfi – Venosa – Genzano – Potenza – Bella Muro – Matera – Tricarico – Marconia – Policoro – Stigliano.

1 Requisiti di partecipazione generali e specifici

Per la partecipazione alla presente selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana o di Stato dell’UE o dei requisiti di cui all’art. 38 del d.lgs. n. 165/2001;

b) godimento dei diritti politici;

c) gli altri requisiti generali per l’accesso all’impiego nella pubblica amministrazione;

d) età non inferiore agli anni 18;

e) iscrizione nell’elenco anagrafico di uno dei Centri per l’Impiego o sub-Centri della regione Basilicata;

f) idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio, secondo i requisiti stabiliti dal D.M. n. 78 del 2008;

g) possesso del titolo di studio previsto dall’art. 35, comma 1, lettera b) del D.Lgs 165/2001 (diploma di scuola media inferiore ovvero licenza elementare se conseguita anteriormente al 1962);

h) iscrizione nell’elenco anagrafico di uno dei Centri per l’Impiego o sub Centri della regione Basilicata con la qualifica di “addetto al servizio idrico/fontaniere1” alla data del 31/12/2019 (requisito specifico);

i) possesso di patente cat. B (requisito specifico).

Fermo restando quanto previsto nella precedente lett. h), tutti gli altri requisiti di cui al presente articolo, compreso quello anagrafico, devono essere posseduti alla data di presentazione delle domande di ammissione alla selezione di cui al successivo articolo 2.

Non sono ammessi alla procedura i soggetti cui sono state irrogate le sanzioni stabilite nella D.G.R. n. 643/2018 confermate con la D.G.R. n. 809/2019, nelle ipotesi previste di mancata presentazione alle prove di idoneità o mancata accettazione dell’occasione di impiego senza giustificato motivo, per il periodo di durata e applicazione della sanzione stessa.

I candidati aspiranti all’avviamento a selezione devono autocertificare, ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, il possesso dei requisiti generali e specifici di ammissione alla presente procedura. Per difetto dei requisiti di partecipazione, l’Amministrazione procedente può disporre, in ogni momento, l’esclusione dalla selezione.

Art. 2 Domanda e termine di presentazione

La domanda di ammissione alla selezione deve essere presentata, a pena di esclusione, entro il termine perentorio di 45 (quarantacinque) giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul sito istituzionale dell’ARLAB, debitamente compilata e firmata in originale, utilizzando esclusivamente il modello unito allo stesso Avviso.

I candidati, a pena di esclusione, devono presentare la domanda compilata e sottoscritta, entro la data di scadenza stabilita, con una delle seguenti modalità (giusta nota prot. n. 124028/15A2 della Regione Basilicata):

– inviata a mezzo raccomandata A.R. all’indirizzo del Centro per l’Impiego o sub centro della Regione (i cui riferimenti sono elencati in calce al presente Avviso) di iscrizione del candidato allegando, pena l’esclusione dalla selezione, copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità;

– inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del Centro o Sub- Centro per l’Impiego della Regione di iscrizione del candidato.

La domanda deve essere inoltrata a mezzo PEC in formato non editabile (preferibilmente PDF) corredata, pena l’esclusione dalla selezione, dalla copia fotostatica integrale di un documento di identità in corso di validità.

Nell’oggetto della PEC di invio e/o sulla busta, se inviata attraverso Raccomandata A.R., deve essere indicato: “Domanda di partecipazione all’avviamento a selezione per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di n. 10 (dieci) unità lavorative con qualifica di “addetto al servizio idrico integrato/fontanieri” – 3° livello CCNL presso Acquedotto Lucano S.p.A” e il nome e cognome di chi presenta la domanda.

La firma autografa in calce alla domanda non deve essere autenticata.

L’ARLAB e i Centri per l’Impiego non assumono responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o della PEC, o comunque imputabili a responsabilità di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Le domande inviate con modalità diverse da quelle indicate nel presente articolo non sono ritenute ricevibili da parte del Centro per l’Impiego e il candidato è escluso dalla selezione.

Art. 3 Formazione della graduatoria: elementi che concorrono a formarla

Ai sensi e per gli effetti del DPCM 27.12.1988 e successive modifiche ed integrazioni e della disciplina dettata dalla D.G.R. n. 643 /2018 (Titolo III – Avviamenti a selezione presso le PP.AA.), come modificata e integrata dalla D.G.R. n.809/2019, concorrono alla formazione della graduatoria i seguenti elementi:

a) anzianità d’iscrizione negli elenchi anagrafici di uno dei Centri per l’Impiego della Regione Basilicata. Si intende quella maturata in costanza di iscrizione in stato di disoccupazione nelle liste del Centro per l’Impiego o sub Centro, ai sensi e per gli effetti del d.lgs.150/2015 e successive modifiche ed integrazioni;

b) reddito lordo personale del lavoratore. Si intende la situazione economica e patrimoniale del lavoratore al 31 dicembre dell’anno precedente derivante anche dal patrimonio immobiliare e mobiliare dell’iscritto;

c) carico familiare. Si intende quello rilevato dallo stato di famiglia del lavoratore interessato per persone conviventi prive di reddito, con esclusione dei redditi non assoggettabili ad IRPEF.

Il punteggio totale si calcola sottraendo al punteggio iniziale pari a 100 i punti relativi alla situazione economica e aggiungendo i punti relativi al carico familiare e all’anzianità nello stato di disoccupazione.

Il lavoratore con punteggio maggiore precede in graduatoria il lavoratore con punteggio minore.

Per le situazioni di parità di punteggio si applica quanto previsto nella tabella dal DPCM 27/12/1988 e successive modifiche ed integrazioni e ai sensi del disposto delle D.G.R. n. 643/2018 e D.G.R. n. 809/2019.

Art. 4 Convocazione – Contenuti e modalità di svolgimento della prova di idoneità

L’avviamento alle prove di idoneità è effettuato sulla base dell’ordine risultante dalla graduatoria approvata dal competente ufficio dell’ARLAB.

La selezione di idoneità consisterà in una prova pratica che verterà sui seguenti aspetti:

a) il gruppo di misura: contatore idrico, senso del flusso idrico, corretta installazione (valvola piombabile, contatore – rubinetto unidirezionale, simulazione montaggio gruppo di misura), rilevazione dei dati caratteristici e della lettura del consumo;

b) il serbatoio: camera di manovra, livello, scarico, presa diretta;

c) organi di controllo/regolazione/intercettazione dei flussi nelle condotte idriche di adduzione e distribuzione.

La convocazione per sostenere la prova di idoneità deve essere effettuata nei dieci giorni successivi alla ricezione della graduatoria e contiene l’indicazione della data, dell’ora e del luogo di svolgimento della stessa.

La selezione accerta esclusivamente l’idoneità del candidato a svolgere le mansioni proprie della qualifica o profilo professionale del posto offerto e non comporta alcuna valutazione comparativa.

Art. 5 Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice che effettua la selezione è composta da esperti di provata competenza nelle materie oggetto delle prove di selezione, scelti dall’Amministrazione procedente.

Art. 6 Modalità di pubblicazione della graduatoria

Il Responsabile del procedimento di ciascun CPI effettua l’istruttoria delle domande pervenute e predispone e trasmette al Dirigente dell’’Ufficio Servizi per l’Impiego e Politiche Attive del lavoro l’elenco dei candidati ammessi ed esclusi, indicando le cause di esclusione.

L’Ufficio Servizi per l’Impiego e Politiche Attive del lavoro, nei tempi e modi previsti dal Titolo III di cui alla D.G.R. n. 809/2019, procede alla formazione della graduatoria che verrà pubblicata sul sito istituzionale dell’Agenzia ARLAB a cura del responsabile dell’Agenzia e sul sito istituzionale dell’Acquedotto Lucano S.p.A a cura del responsabile dell’Azienda.

La pubblicazione sul sito ARLAB ha valore di notifica agli interessati, a tutti gli effetti di legge.

Art. 7 Durata e validità della graduatoria

La graduatoria ha validità fino a n. 12 (dodici) mesi successivi alla sua pubblicazione, al fine di sostituire persone che risultino non idonee alle prove, che rinuncino all’assunzione o per le quali sia intervenuta la risoluzione del rapporto di lavoro, o comunque, fino alla totale copertura delle assunzioni previste nell’A.P.

Art. 8 Rispetto delle pari opportunità tra uomini e donne nell’accesso al lavoro

L’Amministrazione procedente garantisce parità ed opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi dell’art. 57 del D.l.gs. 30.03.2001 n. 165.

Art. 9 Istanze di riesame

Entro 10 giorni dalla pubblicazione dalla graduatoria provvisoria, i candidati possono proporre richiesta di riesame indirizzata al responsabile del procedimento e per conoscenza all’Ufficio Servizi per l’Impiego e Politiche attive del Lavoro dell’ARLAB avverso il punteggio e la posizione nella graduatoria, se derivata da errori materiali compresi quelli di calcolo del punteggio.

Le istanze di riesame, a pena di irricevibilità, sono trasmesse tramite PEC o raccomandata AR . Viene esclusa la consegna a mano.

Sono irricevibili anche le istanze di riesame pervenute oltre il predetto termine di 10 giorni.

L’eventuale rettifica è effettuata nei dieci giorni lavorativi successivi.

Art. 10 Accertamento della veridicità delle dichiarazioni rese

L’Amministrazione procedente si riserva la facoltà di accertare, d’ufficio, la veridicità delle dichiarazioni rese, nei modi di legge. Le verifiche sullo stato di disoccupazione sono effettuate dal Centro per l’Impiego o sub Centro territorialmente competente.

Fermo restando quanto previsto dal D.P.R. n. 445/2000 in merito alle sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decadrà
dall’assunzione.

Art. 11 Responsabili del procedimento

Responsabile della richiesta di avviamento a selezione e di ogni altra relativa procedura di esclusiva competenza dell’Acquedotto Lucano S.p.A. – è l’Avv. Vito Marsico – Direttore Risorse Umane Email: vito.marsico@acquedottolucano.it

Responsabile del sub-procedimento del presente avviso afferente agli inserimenti delle domande di candidatura sul sistema informativo lavoro dei Centri per l’Impiego, è la Dott.ssa Maria Vulpio
cpi.potenza@lab.regione.basilicata.it

Responsabile del procedimento del presente avviso è il funzionario ARLAB Annamaria Fiore, mail:
annamariafiore@lab.regione.basilicata.it

Art. 12 Norme finali e di rinvio

Il presente Avviso sarà pubblicato sul sito istituzionale dell’ARLAB e di quello dell’Acquedotto Lucano S.p.A., nonché all’albo dei Centri per l’Impiego interessati dalla procedura dal giorno della sua pubblicazione e fino a tutto il 45° (quarantacinquesimo) giorno successivo alla sua pubblicazione, data della scadenza del termine per la presentazione delle domande.

Su richiesta dell’Amministrazione procedente, l’Avviso può essere prorogato o sospeso o revocato se ricorrono motivi di interesse pubblico, senza che per gli aspiranti sorga alcuna pretesa o diritto.

Per quanto non espressamente previsto dal presente Avviso, saranno osservate le norme di cui alla D.G.R. n. 643/2018 e D.G.R. n. 809/2019, nonché della legge n. 56/87 art. 16, del DPCM  27.12.1988 e successive modificazioni ed integrazioni e delle Circ. Min. in materia.

Art. 13 Trattamento dei dati personali

Le graduatorie sono formate dall’ARLAB per il tramite dei Centri per l’Impiego e dei sub Centri interessato della Regione Basilicata, nel rispetto delle disposizioni del testo unico in materia di protezione dei dati personali e del regolamento (UE) 2016/679.

Ai sensi dell’articolo 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e successive modifiche e integrazioni e del regolamento (UE) 2016/679, il trattamento dei dati forniti dai candidati saranno raccolti presso i competenti Centri per l’Impiego, i sub Centri della Regione Basilicata e dall’ARLAB per la formazione della graduatoria e presso l’Amministrazione dell’Acquedotto Lucano S.p.A. – esclusivamente per le finalità di gestione della procedura di selezione.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della partecipazione alla selezione e il candidato esprime il proprio consenso al trattamento degli stessi. Il trattamento riguarda anche le categorie particolari di dati personali e i dati personali relativi a condanne penali e reati di cui all’articolo 9 del Regolamento generale sulla Protezione dei dati del 27 aprile 2016 (GDPR).

Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche direttamente
interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico-economica del candidato,
nonché alle strutture territoriali dei CPI.

L’interessato gode dei diritti di cui al Capo III del G.D.P.R. (General Data Protection Regulation), tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, il diritto di far rettificare, cancellare o limitare i propri dati nelle modalità e nei casi ivi stabiliti, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi connessi alla sua situazione particolare”.

a
a

METAPONTINONEWS.NET